A
Accademico Linceo primo scopritor delle Macchie Solari, e di tutte l'altre nouità celesti.
337
Accelerazione de i graui naturalmète descendenti, cresce di momento in momento.
224
Acciaio brunito, da alcune vedute apparisce chiarissimo, e da altre oscurissimo.
72
Accidente marauiglioso nel moto de i proietti.
148
Da gl'Accidenti comuni non si posson conoscer le nature diuerse.
259
Accidente marauiglioso, dependente dal non inclinarsi l'asse della terra.
387
Accidente de i mouimenti della terra impossibile a rappresentarsi con arte in pratica.
423
Due particolari, Accidenti notabili ne i pendoli, e loro vibrazioni.
444
Acqua solleuata in vna estremità, torna per se stessa all' Equilibrio.
421
Ne i vasi più corti, le reciprocazioni dell'Acqua son più frequenti.
422
La maggior profondità dell'Acqua, fa le reciprocazioni più frequenti.
422
Acqua alza, & abbassanell'estremità del vaso, e corre nelle parti di mezo
422
Corso dell'Acqua ne'luoghi stretti più veloce, che negli spaziosi: e perchè:
428
Acqua più atta a conseruar l'impeto concepito, che no è l'aria.
431
Alchimisti interpretano le fauole per segreti de far'Oro
103
Alcuni scriuono quel che non intendono, e pero non s'intende quel che essi scriuono.
71
Alcuni discorrendo prima si fissano nella mente la conclusione da lor creduta, e poi adattano a quella i discorsi.
269
Alterazioni negl'effetti, arguiscono alterazioni nelle cause.
439
L'Antiticone accomoda le osseruazioni Astronomiche a i suoi disegni.
44
Animali non si stancherebbero, quando il lor moto procedesse, come quello, che viene attribuito al globo terrestre.
265
Argento brunito apparisce più oscuro, che il non brunito: è perchè.
72
Appressamento, e discostamento de i tre Pianeti superiori importa il doppio della distanza del Sole.
322
L'Aria toccandoci sempre con la medesima parte, non ci ferisce.
238
Più ragioneuole è che l'Aria sia rapita dalla superficie aspra della terra, che dal moto celeste.
431
Argomento.
Argomento Cornuto, detto altrimenti Sorite.
33
Argomento, che necessariamente proua le Macchie solari generarsi, e dissoluersi.
46
Argomento terzo preso da i tiri d'Artiglieria verso Leuante, e verso Ponente.
113
Argomenti di due generi intorno alla quistione del moto, o quiete della terra.
118
Argomenti di Tolomeo di Ticone, e d'altri oltre a quellid'Aristotile.
118
Primo Argomento preso da i cadenti da alto a basso.
119
Secondo Argomento preso dal proietto tirato in grande altezza.
119
Argomento preso dalle nugole, e da gli vccelli.
125
Argomento preso dal Vento, che ci par ferirci mentre corriamo a cauallo.
125
Argomento preso dalla vertigine, che hà facoltà d'estrudere, e dissipare.
125
Sciogliesi l'Argomento preso dai tiri verso Leuante, e verso ponente.
164
Siconfuta in altra maniera l'Argomento preso da i cadenti a perpendicolo.
242
Argomenti contro al moto della terra presi ex rerum natura.
250
Argomento contro al triplicato moto della terra.
252
Argomento contro preso da gli animali, che hanno bisogno di riposo benche il moto loro sia naturale.
262
Argomento del Keplero a fauor del Copernico.
263
Argomento di Ticone fondato sopra ipotesi false.
351
Argomento concludente il globo terrestre effer'vna Calamita.
397
Aristotile.
Sustanze celesti inalterabili, & elementari alterabili necessarie in natura di mente d'Aristotile.
1
Aristotile fà il Mondo perfetto perchè ha la trina dimensione.
2
Dimostrazione d'Aristotile per prouar le dimensioni esser tre.
2
Parti del Mondo dua per Aristotile, celeste, & elementare, tra di loro contrarie.
7
Aristotile accomoda i precetti dell'Architettura alla fabrica, e non la fabrica a i precetti.
8
Definizion della Natura, o difettosa, o indotta fuor di tempo da Aristotile.
8
Linea circolare perfetta secondo Aristotile, e la retta inperfetta: e perchè.
10
Argomento d'Aristotile per prouar che i graui si muouono per andare al centro dell'Vniuerso.
26
Aristotile non puo equiuocare essendo inuentor della Logica.
26
Paralogismo d'Aristotile nel prouar la terra esser nel centro del Mondo.
27
Scuopresi il Paralogismo d'Aristot. per vn'altro verso.
28
Discorso d'Arsit. per prouar l'incorruttibilità del Cielo.
30
Aristotile si mostra diminuto nell'assegnar le cause dell'esser gli Elementi generabili, e corruttibili.
35
Aristotile, e Tolomeo pongono il globo terrestre immobile.
37
Aristotile muterebbe opinione vedendo le nouità del nostro seeolo.
42
Sustanza celeste impenetrabile per Aristotile.
61
Inuenzione del Telescopio cauata da Aristotile.
102
Alcuni seguaci d'Aristotile scemano la reputazion di quello col troppo volergliela accrescere.
103
Il troppo aderire ad Aristotile è biasimeuole.
105
Aristotile, e Tolomeo argomentano contro al moto diurno attribuito alla terra.
107
Ragioni d'Aristotile per la quiete della terra.
117
Aristotile, o sciorrebbe gli Argomenti contrarij, o muterebbe opinione.
124
Argomento d'Aristotile contro al moto délla terra pecca in dua maniere.
130
Paralogismo d'Aristotile, e di Tolomeo nel suppor per noto quello che è in quistione.
133
Aristotile ammette che il Fuoco si muoua rettamente per sua natura, & in giro per participazione.
134
Il Proletto secondo Aristotile non è mosso da virtù impressa, ma dal mezo.
143
Esperienze, e ragioni molte contro alla causa del moto de i proretti posta da Aristotile.
144
Aristotile, e Tolomeo par che confutino la mobilità deila terra contro a chi hauesse creduto che essendo ella stata lungo tempo ferma cominciasse a muouersi al tempo di Pittagora.
183
Error d' Aristotile nell'affermare i graui cadenti muouersi secondo la proporzione delle grauità loro.
248
Si dubita, di dua proposizioni repugnanti alla sua dottrina, quale ammetterebbe Aristotile necessitato a riceuern vna.
317
Aristotile fà centro dell'Vniuerso quel punto intorno al quale tutte le sfere celesti si girano.
317
Le dimostrazioni d'Aristotile per proua che l'Vniuerso sia finito cascano tutte, negandosi che sia mobile
317
Argomento d'Aristotile contro a gli antichi, che voleuano, che la terra fuste vn Pianeta.
371
Aristotile tassa Platone per troppo studioso della Geometria.
390
Aristotile concede a i misti mouimenti composti.
405
Aristotile attribuisce a miracolo gli effeti de i qualis ignorano le cause.
414
Artifizio arguto per apprender la filosofia da qualsiuoglia libro.
101
Assiomi ammessi comunemente da tutti i filosofi.
390
Astronomi.
Astronomi conuinti dall'Antiticone.
44
Principale scopo de gli Astronomi render ragione dell'apparenze.
332
Inganno comune di tutti gli Astronomi intorno alle grandezze delle stelle.
353
Astronomi conuengono che della maggior tardanza delle conuersioni ne sia cagione la maggior grandezza de gli orbi.
357
Astronomi forse non hanno auuertito quali apparenze seguano al moto annuo della terra
365
Il non hauer gli Astronomi specificato quali mutazioni possan deriuar dal moto annuo della terra da segno che essi non l'habbiano bene intese,
370
Molte cose posson, restare in Astronomia non osseruate ancora.
448
Aura perpetua dentro a i tropici verso accidente.
433
Autore.
L'Autore del libretto delle disquisizioni (che è il P. Christoforo Scheiner Gesuita) và accomodando le cose a i suoi proposi i, e non i propositi alle cose.
88
L'Autor dell'Anticone insta contro al Keplero,
263
Prima opposizione dell'Autor moderno del libretto delle disquisizioni.
214
L'Autor del libretto si confonde, e si contradice nelle sue interrogazioni.
363
B
Buonarruoti d'ingegno subblime.
95
Burla fatta a vno, che voleua vender certo segreto da parlar con vno in lontananza di mille miglia.
95
Calamita.
Calamita armata sostiene assaissimo più ferro che disarmata.
398
Cagione vera della gran multiplicazione di virtù nella Calamita mediante l'armatura.
400
Si mostra come il ferro è di parti più sottili, pure, e constipate che la Calamita.
400
Mostrasi al senso l'impurità della Calamita.
401
Tre moti diuersi naturali della Calamita.
404
Si costringono i Filosofi a confessare che la Calamita sia composta di sustanze celesti, e di elementari.
405
Fallacia di quelli che chiamano la Calamita corpo misto, e'l globo terrestre corpo semplice.
406
Effetto improbabile ammesso dal Gilberto nella Calamita.
406
Calcolo di quanto i tiri d'Artiglieria deurebbero suariar dal segno posto il moto della terra.
175
Cagione che impedisce il Pendolo, e lo riduce alla quiete.
2
Cagione dello stancarsi gli animali.
265
Causa per la quale in alcuni canali angusti si vede l'acqua del mare correr sempre per il medesimo verso.
430
Caso ridicolo di certo Scultore.
104
Caso notabile per mostrare il nulla operare del moto comune,
165
Cercar quello seguirebbe dopo vn'impossibile è vanità.
26
Certezza della conclusione aiuta a trouar la dimostrazione.
43
Che gli oggetti lontani appariscano più piccoli è difetto dell'occhio, come si dimostra.
364
Chi nega il senso merita d'esserne priuato.
24
Chi mancasse della cognizione dell'elemento dell'acqua non si potrebbe imaginare le naui, nè i pesci.
53
Copernico.
Copernico reputa la terra essere vn globo simile a vn Pianeta.
1
I seguaci del Copernico non son mossi per ignoranza delle ragioni contrarie.
121
I seguaci del Copernico tutti sono stati prima contrarij a tale opinione, ma i seguaci d'Aristotile non sono stati mai della contraria.
121
I seguaci del Copernico troppo largamente ammettono come vere alcune proposizioni assai dubbie.
174
Altre opposizioni di dua autori moderni contro al Copernico.
213
Nell'oponione del Copernico si guasta il Criterio della filosofia.
242
In via del Copernico bisogna negar le sensazioni.
248
Arguta, & insieme semplice instanza contro al Copernico.
255
Il Copernico assegna con errore le medesime opposizioni a nature diuerse.
259
Altro Argomento pur contro al Copernico.
260
Copernico mette perturbazione nell'Vniuerso d'Aristotile.
262
La ragione, e'l discorso in Aristarco, e nel Copernico preuagliono al senso manifesto.
325
Mostrasi quanto sia improbabile l'opinion del Copernico.
325
Il Copernico tace la poco variata grandezza in Venere, e Marte.
326
Copernico restauro l'Astrnomia sopra l'Ipotesi di Tolomeo.
333
Quello che mosse il Copernico a stabilire il suo si stema.
333
Grandissimo Argomento a fauor del Copernico, e il rimuoeur le stazioni, e i regressi da i moti de i Pianeti.
334
Copernico persuaso dalle ragioni contro alle sensate esperienze.
331
Instanzc di certo libretto proposte ironicamente contro al Copernico.
349
Alcune cose non comprese il Copernico per mancamento di strumenti.
365
Difficolta massima contro al Copernico per quel che appariscie nel Sole, e nelle fisse.
371
Disegno semplicissimo, che rappresenta la costituzionne Copernicana, e le sue conseguenze.
384
Corpi.
Corpi mondani mossi da principio di moto retto, e poi circolarmente seconde Platone.
12
Corpi celesti non sono ne graui ne leggieri per Aristotile.
26
Condizioni per le quali i corpi celesti differiscono da gli elementari dependono da i moti assegnatigli da Aristotile.
29
Corpi celesti generabili, e corruttibili perchè sono ingenerabili, e incorruttibili.
33
Corpi ceiesti toccano ma non son toccati da gli elementari.
34
Corpi lucidi per natura diuersi da i tenebrosi.
39
La generabilità è alterzaione, e perfezion maggiore nei corpi mondani, che l'oposte condizioni.
50
Corpi celesti ordinati per seruizio della terra non hanno bisogno d'altro che del moto, e del lume.
51
Corpi celesti mancano d'operazione scanbieuole tra di loro.
52
Corpi celesti alterabili nelle parti esterne.
52
Corpicello delle stelle irraggiato apparisce mille volte maggior che nudo.
69
I corpi illuminati appariscon più chiari nell'anbiente scuro.
83
Ogni corpo pensile, e librato portato ingiro nella circonferenza d'vn cerchio acquista per se stesso vn moto in se medesimo contrario a quello.
392
Corpi leggieri più facili ad esser mossi, che i graui, ma meno atti a conseruare il moto.
432
E
Le eleuazioni minime, e massime della stella nuoua non differiscono tra di loro più che le altezze polari se la stella nuoua sarà nel firmamento.
275
Elica intorno al Cilindro puo dirsi linea semplice.
8
E gran temerità il chiamar nell'Vniuerso superfluo quello non intendiamo esser fatto per noi.
361
E l'istesso esser l'opinioni nuoue a gli huomini, & esser gli huomini nuoui all'opinioni.
86
E più difficile trouar figure che si tocchino con parti di loro superficie che con vn punto solo.
203
Error graue dell'impugnator del Copernico.
254
Esplicazione del vero senso del detto del Keplero, e sua difesa.
264
Esempio della cura di Dio sopra'l genere humano tolto dal Sole.
360
E sorbitanza immesa nell'Argomento preso dalla palla cadente dal concauo della Luna.
216
Esperienze sensate deuono anterposi a i discorsi humani.
24 e 38
Esperieza che mostra le reflession dell'acqua esser men chiara di quella della terra.
91
Esperienze, e ragioni contro al moto della terra, intanto appariscono concludenti in quãto cimantengono tra gli equiuoci.
177
Esperienza con la qual sola si mostra la nullità di tutte le prodotte contro al moto della terra.
180
Esperienza, che mostra come il moto comune è impercettibile.
244
Esperienza facile che mostra il ricrescimento nelle stelle mediante i raggi auuentizij.
329
Esperienza la quale sensatamente mostra due moti con trarij naturalmente conuenire nel medesimo mobile.
392
F
La Filosofia puo riceuere accrescimento dalle dispute, e contradizioni de i filosofi.
29
Felicita grande, a da essere inuidiata di quelli, che si persuadono di sapere ogni cosa.
179
Figura sferica più facilmente s'imprime di ogn'altra.
204
Figura circolare posta sola fra i postulati.
204
Figure sferiche di diuerse grandezze si posson formare con vn solo strumento.
204
Le figure superficiali crescono in proporzion duplicata delle lor linee.
328
Filosofia peripatetica inalterabile.
49
La figura non è causa d'incorruttibilità, ma di più lunga durazione.
77
La perfezion di figura opera ne i corpi corruttibili, ma non negl'eterni.
77
Se la figura sferica conferisse l'eternità, tutti i corpi sarebbero eterni.
78
Filosofi Peripatetici dànano lo studio della Geometria.
390
Filosofia magnetica di Guglielmo Gilberto.
393
Flessure negli animali, necessarie per la diuersità de i mo uimenti loro.
205
Le Flessure negli animali non son fatte per la diursità de i mouimenti.
252
Forme irregolari difficili a introdursi.
205
Foro della pupilla dell'occhio si allarga, e si risttigne.
355
Flusso.
La natura per ischerzo fà che il Flusso, e reflusso del Mare applaude alla mobilità della Terra.
409
Flusso, e reflusso, e mobililtà della terra scanbieuolmente si confermano.
409
Effetti terreni indifferenti tutti a confermare il moto, o la quiete della terra, trattone il flusso, e reflusso del Mare.
409
Prima general conclusione del non potersi far flusso, e reslusso stando il globo terrestre immobile.
410
Tre periodi de'flussi, e reflussi diurno, mestruo, & annuo.
411
Diuersità, che accaggiono nel periodo diurno.
411
Causa del flusso, e reflusso prodotta da certo Filosofo moderno.
412
Causa del flusso, e reflusso attribuita alla Luna da certo prelato:
412
Girolamo Borro & altri Peripatetici referiscono la cau sa del flusso, e reflusso al calor temperato della Luna.
413
Si risponde alle vanità addotte per cagioni del flusso, e reflusso.
413
Mostrasi l'impossibilità del poter naturalmente farsi il flusso, e reflusso, stando la Terra immobile.
415
Potissima, e primaria causa del flusso, e reflusso.
421
Accident diuersi, che accascano ne i flussi, e reflussi.
421
Rendonsi ragioni de i particolari accidenti, osseruati ne i flussi, e reflussi.
425
Cause secondarie perchè ne i mari piccoli, e ne i laghi non si fanno flussi, e reflussi.
425
Rendesi la ragione perchè i flussi, e reflussi perlo più si facciano di sei hore in sei hore.
426
Causa perchè alcuni mari ben che lunghissimi non sentono flusso, e reflusso.
427
Flusssi, e reflussi perchè massimi ne gli estremi de i golfi, e minimi nelle parti de mezo
427
Si discorre di alcuni più reconditi accidenti che si osseruano ne i flussi, e reflussi,
428
Flusso, e reflusso puo depender dal mouimento diurno del Cielo.
436
Flusso, e reflusso puo depender dal moto del Cielo.
437
Si assegnano diffusamente le cause de i periodi mestruo, & annuo de i flussi, e reflussi.
439
Alterazioni mestrue, & annue de flussi, e reflussi non posson depender da altro che dall'alterzione de gli additamenti, e suttrazioni del periodo diurno sopra l'annuo.
440
Flussi, e reflussi son piccolissime cose respetto alla vastità de'mari, & alla velocità del moto del globo terrestre.
450
Non basta per produrre il flusso, e reflusso vn semplice moto del globo terrestre.
455
G
Grandezze de gli orbi, e velocità de'moti de'Pianeti rispondono proporzionatamente all'esser discesi dal medesimo luogo.
22
Generazione, e corrusione è solamente tra i contrarij per Aristotile.
30
Generazione, e mutazioni fatte in terra son tutte per benefizio delle huomo.
53
Gioue, e Saturno circondano essi ancora la terra, e il Sole.
322
Gioue ricresce manco del Cane.
329
Quando il globo terrestre fusse perforato vn graue descendente per tal foro passerebbe ascendendo poi oltre al centro per altrettanto spazio quanto fu quel della scesa.
222
Globo terrestre fatto di Calamita.
393
Globo terrestre composto di materie diuerse.
 
Parti interne del globo terrestre conuein che siano solidissime.
396
Il globo nostro si chiamerebbe pietra in uece di terra se tal nome gli fosse stato posto da principio.
396
Argomento concludente il globo terrestre essere vna Calamita.
397
Si risponde all'instanza fatta contro alla vertigine del globo terrestre.
431
Grandezze, e numeri immensi sono incomprensibili dal nostro intelletto.
359
Grande, piccolo immenso son termini relatiui.
361
La grandezza, e piccolezza del corpo fanno diuersità nel moto ma non nella quiete.
264
Guglielmo Gilberti.
Filosofia magnetica di Guglielmo Gilberti.
393
Progresso del Gilberti nel suo filosofare.
390
Effetto improbabile ammesso dal Gilberto nella Calamita,
406
L'inclinazione de i graui al moto in giù eguale alla resistenza al moto in sù.
209
Ingegni poetici di due spezie.
413
L'inftanza del Chiaramonte si ritoroce contro a lui stesso.
266
Isole sono indizio della disegualità de'fondi del mare.
413
Inuenzione dello scriuere stupenda sopra tuttel'altte.
98
Intelletto humano partecipe di diuinità perchè intende i numeri, secondo Platone.
3
Il senso mostra i graui muouersi al mezo, e i leggieri al concauo.
24
I graui descendenti è dubbio se si muouano di moto retto.
24
I graui si muouono al centro della terra per accidens i contrarij che son causa di corruzione non riseggono nell'istesso corpo che si corrompe.
34
Incorruttibilità celebrata dal vulgo per timor della Morte.
51
Iraggi più obbliqui illuminano meno; e perchè.
73
Il corruttibile riceue il più, e'l meno; ma non l'incorruttibile.
77
Idetrattori della corruttibilità merterebber d'esser cangiati instatue.
51
Il non hauer mai inteso nulla perfettamente fa che alcuni credano d'intendere il tutto.
94
Intendere humano fatto per discorso.
97
Ingegno humano mirabile per acutezza.
98
Imberciatori come ammazzino gli vccelli per aria.
171
Il nostro sapere è vn certo ricordarsi, secondo Platone.
185
Il vero tal'ora acquista forze dalle contradizioni.
198
Il pendente da corda più lunga fà le sue vibrazioni più rade che il pendente da corda più breue.
226
I capi de gli ossi mobili son tutti rotondi.
252
Il conuenir gli Elementi in vn moto comune non importa più, o meno che il conuenire in vna quiete comune.
260
Il riuolgimento di Mercurio si conclude essere intorno al Sole dentro all'orbe di Venere.
321
Instanze dell'autor del libretto per interrogazioni.
363
Interrogazioni fatte all'autor del libretto con le quali si mostra l'inefficacia delle sue
363
I potesi verissima in più breue tempo spedirsi le reuoluzioni ne i cerchi minoriche ne i maggiori: il che si dichiara con dua esempi.
443
K
Il Keplero vien conrispetto accusato.
456
Luna.
Luna manca di generazioni simili alle nostre, & è inabitata da huomini.
53
Nella Luna posson'esser generazioni di cose diuerse dal le nostre.
53
Nella Luna posson'esser sustanze diuerse dalle nostre.
54
Prima conformità tra la Luna, e la Terra, che è quella della figura, il che si proua dal modo dell'essere illuminata dal Sole.
55
Seconda conformità é l'effer la Luna tenebrosa, come la Terra.
55
Terza conformità è la materia della Luna densa, come la terra, e montuosa.
56
Quarta conformità, Luna distinta in due parti differenti per chiarezza, & oscurità, come il globo terrestre nel mare, e nella superficie terrena.
55
Quinta, mutazioni di figure nella Terra simili a quelle della Luna, fatte con l'istesso periodo.
26
Sesta, la Luna, ela Terra scambieuolmète s'illuminano.
59
Settima, la Luna, e la Terra scambieuolmète si eclissano.
60
Dalla Terra si vede più che la meta del globo Lunare.
58
Due macchie nella Luna, per le quali si osserua lei hauer riguardo al centro della Terra nel suo moto.
59
Luce secondaria stimata propria della Luna.
61
Eminenze, e cauità nella Luna, sono illusioni di opaco, e di perspicuo.
62
Superficie della Luna tersa più d'vno specchio.
62
Prouasi la Luna esser di superficie aspra.
64
La Luna, se fusse come vno specchio sferico, sarebbe inuisibile.
67
Luna se fusse tersa, e liscia sarebbe inuisibile.
70
Apparenze varie, dalle quali si argumenta la montuosità della Luna.
79
Le apparenti inegualità della Luna non si possono imitar per via di più, e meno opaco, e perspicuo.
79
Vedute varie della Luna imitabili con qualsiuoglia materia opaca.
79
Luna apparisce più risplendente la notte, cheil giorno.
81
Luna veduta di giorno simile a vna nugola.
81
Illumina più la terza reflession d'vn muro, che la prima della Luna.
82
Lume della Luna più debole di quel del crepuscolo.
82
Nugolette atte ad essere illuminate dal Sole non meno che la Luna.
82
Luce secondaria della Luna, cagionata dal Sole secondo alcuni.
85
Luce secondaria della Luna apparisce in forma di anello, cioè chiara nella circonferenza, e non nel mezo, e perchè.
86
Disco della I una nell'eclisse non puo vedersi, se non per priuazione.
87
Modo di osseruar la luce secondaria della Luna.
87
Affinita tra la Terra, e la Luna, rispetto alla vicinanza.
90
Solidità del globo Lunare s'argométa dall'esser motuoso.
90
Luce secondaria della Luna più chiara inanzi la congiunzione, che doppo.
91
Le parti della Luna più oscure son piane, e le più oscure montuose.
92
Aspetti del Sole necessarii per le generazioni, non sono nella Luna.
93
Alla Luna il Sole si alza, e s'abbassa con diuersità di gradi 10. & alla Terra di gr. 47.
93
Luna non composta di Terra, e d'Acqua.
93
Nella Luna non si generano cose simili alle nostre, ma diuersissime, quando pur vi si generino.
95
Nella Luna non son pioggie.
94
Giorni naturali nella Luna, son di vn mese l'vno.
93
Intorno alle macchie della Luna, son lunghe tirate di monti.
93
La Luna non puo separarsi dalla Terra.
319
La Luna perturba asiai l'ordine degl'altri pianeti.
316
Il Sole, e la Luna ricrescon poco.
330
E improbabile, che l'elemento del fuoco sia rapito dal concauo della Luna.
437
Moto della Luna ricercato principalmente in grazia degl'eclissi.
450
La linea descritta dal cadente naturale, supposto il moto della Terra circa'l proprio centro, sarebbe probabilmente circonferenza di cerchio.
158
La linea retta, e circonferenza di cerchio infinito, son l'istessa cosa.
369
M
Materia celeste intangibile.
61
Madreperle atte a imitar l'apparenti inegualità della Lu.
79
Marte necessariamente comprende dentro al suo orbe la Terra, canco il Sole.
322
Marte all'opposizion del Sole, si mostra 60. volte maggiore, che verso la congiunzione.
323
Mediterraneo fatto per la diuisione fra Abila,e Calpe.
40
Mercurio non ammette chiare osleruazioni.
330
Metodi osseruati dal Chiaramote in confutar gl'Astronomi, e dal Saluiati in confutar lui.
273
Misterij de' numeri Pitagorici fauolosi.
3
Mobile non s'accelera, se non quando acquista vicinità al termine.
13
Mobile cadente dalla cima della torre si muoue per la circonferenza d'vn cerchio: no si muoue più nè meno, che se fusse restato lassù: e si muoue di moto equabile, e non accelerato.
159
Il Mobile sopra il piano orizontale stà fermo.
16
Modo di conoscer di Dio, diuerso da quello degl'huomini.
97
Mondo si suppone dall'autore esser perfettamente ordinato.
11
Il mobile posto in quiete non si mouerà quando non habbia inclinazione a qualche luogo particolare.
12
Il mobile accelera il moto andando verso il luogo doue ha inclinazione.
13
Il mobile partendosi dalla quiete passa per tutti i gradi di tardità .
13
Il mobile partendosi dalla quiete passa per tutti i gradi di velocità senza dimorare in alcuno.
14
Il mobile graue scendendo acquista impeto bastante a ricondurlo inaltrettanta al ezza.
15
Impeti de i mobili egualmente auuicinatisi al centro sono eguali.
16
Non è fin'ora stato prouato da alcuno se il Mondo sia finito, o infinito.
316
Mostrasi con euidente esperienza i corpi più risplendenti irraggiarsi più de i manco lucidi.
330
Motiuo per il quale par che il tiro d'artiglieria verso Ponente debba riuscir più lungo, che quello verso Leu.
162
Mouimenti differenti, dependenti dalla fluttuazion della naue.
245
Muro illuminato dal Sole, e paragonato con la Luna, lucido men di quella.
82
Macchie Solari.
Dimostrazione concludente le Macchie esser conigue al corpo solare.
46
Figura nelle Macchie stretta verso la circonferenza del disco solare, e perchè apparisca tale.
46
Istoria de i progressi dell'Accademico per lungo tempo intorno alle osseruazioni delle Macchie solari.
337
Gl'euenu che si osseruano nelle Macchie furon rispondenti alle predizioni.
344
I puri filosoti peripatetici si rideranno delle Macchie solari, e loro apparenze, come illusioni de'cristalli del Telescopio.
345
Macchie che si generano, e si dissoluono in faccia del Sole.
43
Macchie solari maggiori di tutta l'Asia, & Africa.
43
Macchie solari non sono di figura sferica, ma distese come falde sottili.
47
Mutazioni strauaganti da osseruarsi ne i mouimenti delle Macchie preuedute dall'Accademico, quando il moto annuo fusse della Terra.
339
Opinioni diuerse circa le Macchie solari.
45
Primo accidente da scorgersi nel moto delle Macchie solari; e coseguentemente si esplicano tutti gl'altri.
340
Concetto repentinamente venuto in mente dell'Accademico Linceo intorno alla gran conseguenza, che veniua appresso al moto delle Macchie solari.
339
Moto.
Moto retto taluolta semplice, e taluolta misto per Arist.
9
Moto retto impossibile eiser nel mondo ben'ordinato.
11
Moto retto di sua natura infinito.
11
Moto retto impossibile per natura.
12
Moto retto forse nel primo Caos.
12
Moto retto accomodato a ordinare i corpi mal'ordinati.
12
Velocità vniforme conuiene al moto retro.
13
Velocità per il piano inclinato eguale alla velocità per la perpendicolare, & il moto per la perpendicolare piu veloce, che per l'inclinata.
16
Moto circolare non si puo acquistar mai naturalmente senza il moto retto precedente.
21
Moto circolare per natura vniforme.
21
Moti circolari finiti, e terminati non disordinano le parti del mondo.
23
Moto circolare solo vniforme.
23
Moto circolare puo continuarsi perpetuamente.
23
Moto retto non puo naturalmente esser perpetuo.
25
Moto retto assegnato a i'corpi naturali, per ridursi all ordine perfetto, quando ne siano rimossi.
23
Nel moto circolare ogni punto della circonferenza è principio, e fine.
23
Moto retto de i graui compreso da i sensi.
25
Al moto circolare niuno altro moto è contrario.
30
Proua, che il moto circolare non ha contrario.
30
Moti retti con più ragione attribuiti alle parti, che a gl'interi elementi.
37
Moto delle macchie, verso la circonferenza apparisce tardo.
46
Moto diurno si mostra comunissimo a tutto l'Vniuerso trattone il globo terrestre.
107
Moto diurno, perchè più probabilmente deua esser della Terra sola, che del resto dell Vniuerso.
108
I moti della Terra sono impercettibili a gli abitatori di quella.
107
Dal mouimento diurno nessuna mutazione nasce tratutti i corpi celesti, ma tutte si riferiscono alla Terra.
110
Moti circolari non son contrarii per Aristotile.
111
Moto delle ventiquattr'hore attribuito alla sfera altissima, disordina il periodo dell'inferiori.
112
Moti delle stelle fisse si accelerano, e ritardano in diuersi tempi, quando la sfera stellata sia mobile.
112
D'vn mobile semplice vn solo è il moto naturale, e gli altri per participazione.
107
Il moto per le cose, che di esso egualmente si muouono è come se non fusse, & in tanto opera in quanto ha relazione a cose, che di esso mancano.
109
Il moto non è senza suggetto mobile.
114
Moto, e quiete, accidenti principali in natura.
123
Due cose si ricercano, accio il moto possa perpetuarsi, lo spazio interminato, e'l mobile incorruttibile.
128
Moto retto non puo essere eterno, e pero non puo esser naturale alla Terra.
128
Moto dell'aria atto a portar seco le cose leggierissime, ma non le grauissime.
136
Il mezo impedisce il moto de'proietti, e non lo conferisce.
146
Moto par del tutto escluso in natura.
160
Instanza contro al moto diurno della Terra, presa dal tiro perpendicolare dell Artiglieria.
167
Moto impresso dal proiciente è solo perlinea retta.
186
Accelerazione del moto naturale de i graui si fà secondo inumeri impari, cominciando dall'vnità.
217
Intera, e nuoua scienza dell'Accademico, intorno al moto locale.
217
Il mobile cadente, quando si mouesse col grado di velocità acquistato per altrettanto tempo co moto vniforme, passerebbe spazio doppio del passato col moto accelerato.
221
Il moto de i penduli graui si perpetuerebbe, rimossi gl'impedimenti.
222
Il moto naturale si conuerte per se stesso in quello, che si chiama preternaturale, e violento.
231
Del moto misto noi non veggiamo la parte circolare, perchè di quella siamo partecipi.
237
Il moto comune è come se non fusse.
242
Il moto dell'occhio ci arguisce il moto dell'oggetto veduto.
243
Moto annuo della Terra deurebbe cagionar vento perpertuo, e grandissimo.
247
Moto della barca insensibile a quei, che ci son dentro quanto al senso del tatto.
249
Moto della barca sensibile alla vista congiunta col discorso.
249
Moto terrestre comprendesi nelle stelle.
249
Onde si comprenda il moto divn cadente.
243
Il moto nostro puo essere interno, & esterno, senz'esser da noi compreso.
249
Moti degl'animali son tutti d'vna sorte.
252
Moti secondarij dell'animale, dependenti da i primi.
253
Per il moto della Terra, non si ricercano flessure.
253
Altra instanza contro al triplicato moto della Terra.
254
Piu differente è il moto dalla quiete, che il moto retto dal circolare.
257
Moto delle parti della Terra, ritornando al suo tutto puo esser circolare.
258
Cresce la velocità nel moto circolare, secondo che cresce il diametro del cerchio.
265
Moto de gl'alterabili più tosto è da chiamarsi violento, che naturale.
265
Moto dell'acqua tra'l flusso, e reflusso non interrotto da quiete.
270
Moto annuo della Terra, mescolandosi co i moti degl'altri pianeti produce apparenze strauaganti.
319
La quiete, il moto annuo, & il diurno deuono distribuirsi tra'l Sole, la terra, e'l Firmamento.
323
Il solo moto annuo della Terra cagiona le grandi inegualita de'moti apparenti ne i 5. Pianeti.
334
Moto annuo della Terra attissimo a render ragione dell'esorbitanze de i 5. Pianeti.
337
Benchè il moto annuo attribuito alla Terra, risponda alle apparenze delle macchie solari, non pero ne seguita, che per il conuerso, dalle apparenze delle macchie si debba inferire il moto annuo effer della Terra.
344
L'apparente diuersità di moto dei pianeti resta insensibile alle stelle fisse.
351
Tico, e suoi aderenti non hanno tentato di vedere, se nel Firmamento sia apparenza aicuna contro, o in fauor del moto annuo.
364
Tico, & altri argomentano contro al moto annuo per l'inuariabile eleuazion del Polo.
365
Il moto doue è comune, e come se non vi fusse.
367
Instanza conto al moto della Terra, presa dalle stelle fisse poste nell'Eclittica.
372
Moto annuo fatto dal centro della Terra sotto l'Eclittica, e moto diurno fatto dalla Terra, circa'l proprio centro.
372
Al moto annuo della Terra puo seguir matazione in qualche stella fissa, ma non nel Polo.
368
Sesta confermazione, e
 
Settima del moto diurno.
113
Moto annuo del Sole, come segua in via del Copern.
385
Moto in giù, non è del globo terrestre, ma delle sue parti.
391
Moto annuo, e moto diurno compatibili nella Terra.
391
Terzo moto attribuito alla Terra, è piu presto vn restare immobile.
392
Moto de i misti conuien che sia tale, che possa resultare dalla composizion de i moti de i corpi semplici componenti.
405
Con due moti retti non si compone vn moto circolare.
405
Dimostrasi couertendo l'argomento il moto perpetuo dell'aria da Leuante a Ponente prouenir dal moto del Cielo.
436
Moto dell'acqua dependente dal moto del Cielo.
436
Più probabilmente si rende ragione del moto continuo dell'aria, e dell'acqua con far la Terra mobile, che con farla stabile.
437
Se il moto annuo non si alterasse, cesserebbe il periodo mestruo.
442
Se'l moto diurno non s'alterasse cesserebbe il periodo annuo.
442
Moto annuo della Terra per l'Eclittica, ineguale mediante il moto della Luna.
446
N
Natura non intraprende a far quello che è impossibile a esser fatto.
12
Natura per indur nel mobile qualche grado di velocità lo fa muouer di moto retto.
13
Natura non conferisce immediatamente vn determina to grado di velocità, se ben potrebbe.
13
Natura non opera con molte cose, quello, che puo con poche.
110
Natura prima fece le cose a modo suo, e poi fabbrico i discorsi degl'huomini abili a intenderle.
258
La Natura, e Dio si occupano nella cura degl'huomini, come se altro non curassero.
360
Quello che a noi è difficilissimo a intendersi, alla Natura è ageuolissimo a farsi.
 
Naturale inclinazione delle parti di tutti i globi mondani d'andare a i lor centri.
25
Nauigazione verso l'Indie occidentali facile, e difficile il ritorno.
434
Le Nauigazioni nel Mediterraneo da Leuante verso Po nente si fanno in tempi più breui, che da Ponente verso Leuante.
435
Negadosi i principij nelle scienze, si puo sostenere qual siuoglia paradosso.
33
Negl'oggeti molto lontani, e luminosi vn piccolo au-uicinamento, o discostamento è impercettibile.
376
Nelle scienze naturali è inefficace l'arte oratoria.
45
Nell'Assioma: Frustra sit per plura, &c. l'aggiugnere, aeque bene, è superfluo.
117
Nelle scienze naturali, non si deue ricercar l'euidenza matematica.
225
Non conuiene, che non filozofa mai si vsurpi il titolo di filosofo.
10
Non ha'l vero si poca luce, che non si scorga tra le tenebre de i falsi.
414
Non posson essere i falsi dimostrabili, come i veri.
123
Non repugna il potersi con la circonferenza d'vn cerchio piccolo, e poche volte riuoltato, misurare, e descriuere vna linea maggiore di qualsiuoglia grandissimo cerchio.
241
Non si scema la forza doue non se n'esercita punto.
226
Numero ternario celebre appresso i Pitagorici.
2
O
Gl'Oggetti, quanto son di luce più viua, tanto più mostrano di ricrescere.
329
Oggetti risplendenti si mostrano circondati da'raggi auuentizij.
328
Opinione di Seleuco matematico reprouata.
455
Operazione del mezo nel cotinuare il moto al Proietto.
144
Operazioni del Telescopio reputate fallacie da i Peripat.
328
Oportuna resoluzione d'vn filosofo Peripatetico.
105
Orbe della Luna abbraccia la Terra, ma non il Sole.
322
Ordine della Natura è il far circolare gl'orbi minori in tempi piu breui, & i maggiori in tempi più lunghi.
264
Origine de i nerui secondo Aristot. e secondo i medici.
101
Osseruazioni dalle quali si raccoglie il Sole, e no la Terra esser nel centro delle reuoluzioni celesti.
318
P
Paralogismo d'vn Peripatetico, che proua ignotum per ignotius.
220
Paralogismo dell'autor dell'Antiticone.
262
Paralogismo d'Arist. scuopresi per vn'altro verso.
28
Passioni infinite son forse vna sola.
97
Passaggi fatti con tempo dal discorso vmano, l'intelletto Diuino sa in instante, cioè gl'ha sempre presenti.
97
Penuria, e abbondanza mettono in prezzo, e auuiliscono le cose.
51
Petipatetici assegnano con poca ragione per naturali quei moti a gli Elementi de i quali non si muouono mai, e per preternaturali quelli de i quali si muouon sempre.
38
Per le proposizioni vere s'incontrano argomenti concludenti, ma non per le false.
266
Per proua delle conclusioni vere posson'esser molte ragioni concludenti, per le false no,
123
Piaceuole esempio per dichiarar la poca efficacia di alcuni discorsi filosofici.
403
La Pietra cadente dall'albero della naue, batte nell'istesso luogo, muouasi la naue, o stia ferma.
138
La propensione de i corpi elementari in seguir la Terra ha vna limitata sfera.
233
Prouasi più ragioneuolmente dirsi, che i graui tendono al centro della Terra, che a quello dell'Vniuerso.
28
Più conueniente è, che il contenente, e'l contenuto si muouano intorno all'istesso centro, che sopra diuersi.
318
Pitafora fece l'Ecatumbe per vna dimostrazion geome trica ritrouata.
43
Più facile è accorgersi se la Terra si muoua che se la corruzione si faccia da i contraij.
31
Prima sono le cose graui, che il centro di grauità.
240
Primi osseruatori, & inuentori degni d'essere ammirati.
399
Principij contrearij non posson riseder naturalmente nel medesimo suggetto.
231
Problemi diuersi, e curiosi intorno al moto de' Proietti.
150
Problemi marauigliosi di mobili descendenti per vna quarta di cerchio, e de i descendenti per tutte le corde di tutto il cerchio.
444
Proietti continuano il moto per linea retta, che segue la direzion del moto, che fecero insieme col proiciente, mentre con esso erano congiunti.
169
Proietto si muoue per la tangente il cerchio del moto precedente nel punto della separazione.
187
Proietto graue subito, che è separato dal proiciente comincia a declinare.
189
Proposizione presa da Arist. da gl'antichi, ma alterata.
109
Proprietà multiplici della Calamità.
397
Pusillanimità d'alcuni seguaci d'Aristotile.
105
Pusillanimità degl'ingegni popolari.
393
Q
Quello che è violento non puo essere eterno, e quello, che non puo essere eterno, non puo esser naturale.
127
Quiete è il grado di tardità infinita.
13
Tra la Quiete, e qualisiuoglia grado di velocità mediano infiniti gradi di velocità minori.
13
R
Raggi perpendicolari illuminano più, che gl'obbliqui, e perchè.
73
Ragione per la quale i corpi luminosi si mostrano ingranditi tanto più, quanto sono più piccoli.
428
Rarità, e densità ne i corpi celesti, diuerle da quelle degl'Elementi.
35
Regressi più frequenti in Satirno, meno in Gioue, e meno ancora in Marte, e perchè.
336
Regressi di Venere, e di Mercurio, dimostrati da Apollonio, e dal Copernico.
336
Requisiti per poter ben filosofare in via d'Arist.
101
Responso dell'Oracolo vero, in giudicar Socrate sapientissimo.
95
Risoluesi la medesima instanza con esempi di mouiméti simili di altri corpi celesti.
257
Risposta ridicola d'vn filosofo nel determinar doue sia l'origine de i nerui.
100
Risposta al primo argomento d'Aristotile.
127
Risposta al secondo Argomento.
129
Risposta al terzo argomento.
131
Risposta al quarto argomento.
131
Risposta all'argomento preso da i tiri di punto bianco Orientali, & Occidentali.
173
Risposte a gl'argomenti cotro al moto della Terra presi, ex rerum natura.
251
Risposta finta del Keplero, con certa arguzia coperta.
265
S
Saper Diuino infinite volte infinito.
95
Saturno per la tardità, e Mercurio per il vedersi di rado, furon de gl'vltimi ad esser'osseruati.
440
Sconueneuolezze, che sono nel sistema di Tolomeo.
333
Se il centro del mondo è l'istesso, che quello intorno al quale si muouono i Pianeti, il Sole, e non la Terra è collocato in esso.
318
Il Sole passa vna metà del Zodiaco noue giornate più presto, che l'altra.
449
Semplice trasposizion di parti puo rappresentarci i corpi sotto diuersi aspetti.
32
La sfera, benchè materiale, tocca'l piano materiale in vn sol punto.
199
Perchè la sfera in astratto tocchi il piano in vn punto, ma non la materiale è in concreto.
201
Quale debba stimarsi la sfera dell'Vniuerso.
323
Sfera di attiuità ne i corpi celesti, maggiore, che negl'elementari.
66
Sfericità perfetta, perchè si ponga da i Peripatetici ne i corpi celesti.
77
Si mostra la necessità dell'esserei capi degl'ossi tutti rotondi, & i moti degl'animali tutti circolari.
255
Simpatia, e antipatia, termini vsati da i filosofi, per render naturalmente le ragioni di molti effetti naturali.
403
Si risponde all'instanza, mostrando l'equiuoco.
167
Si risolue l'instanza presa da i tiri d'artiglieria verso mezogiorno, e tramontana.
173
Si risponde alle prime tre opposizioni contro al sistema Copernicano.
327
Sistema Copernicano difficile a intendersi, e facile a effettuarsi.
383
Soluzione dell'instanza presa da i tiri verso Leuante, e verso Ponente.
174
Sottigliezze assai insipide ironicamente dette cauate da certa Enciclopedia,
167
Gli spazij passati dal graue cadente, sono, come i quadrati de i tempi.
217
Lo spazio assegnato per vna fissa, è molto minore di quello d'vna Pianeta.
362
Specchi piani, mandano la reflessione in vn luogo solo, ma gli sferici per tutto.
66
Stazione, direzione, e retrogradazione si conosce in relazione alle stelle fisse.
375
Prouasi, come poco è da fidarsi degli strumenti astronomici nelle minute osseruazioni.
380
Quali strumenti siano atti per l'osseruazioni esattissime.
381
Strumenti Astronomici son sottoposti a errat facilmète.
283
Strumenti di Ticone fatti con grandi ispese.
381
Strutture particolari degl'orbi de i Pianeti ancora non ben resolute.
 
Superficie del mare apparirebbe da lontano più oscura di quella della Terra.
56
Superficie piu scabrosa fa maggior reffession di lume, che la meno scabrosa.
73
Sustanze celesti inalterabili; & elementari alterabili necessarie in natura: di mente d'Aristot.
1
Stella.
E non meno impossibile corrompersi vna Stella, che tutto il globo terrestre.
42
Le mutazioni nelle stelle fisse deuono essere in alcune maggiori, in altre minori, in altre nulle.
370
Le stelle fisse poste nell Eclittica mai non s'alzano, ne abbassano per causa del moto annuo della Terra, ma ben s'auuicinano e s'allontanano.
372
Le stelle fuori dell'Eclittica si elcuano, e si abbassano più, e meno, secondo la lor distanza da essa Eclittica.
376
Modo per misurare il diametro apparente d'vna stella.
354
Maggior diuersità fanno le stelle piti vicine, che le più remote.
378
Non si ha maggior cognizione di chi muoue i graui all'ingiù, che di chi muoue le stelle in giro: ne di queste caute sappiamo altro, che il nome.
230
Stelle Medicee son come 4. lune intorno a Gioue.
332
Nelle Stelle fisse la diuersità d'aspetto cagionata dall'orbe magno, poco maggiore della cagionata daila Ter ra nel Sole.
352
Posto, che vna fissa della sesta grandezza no sia maggior del Sole, la diuersità, che nei pianeti è grande, nelle fisse resta come insensibile.
351
Stelle supera o in densità la sustanza del resto del Ciclo infinitamente.
35
Stelle nuoue apparite in Cielo.
43
Situazione probabile delle stelle fisse.
373
Stella della sesta grandezza posta da Ticone, e dall Autor del libretto contosei milioni di volte maggiore del bisogno.
352
Si risolue l'equiuoco di chi crede, che al moto annuo si deua far gran mutazione, circa l'eleuazion d'vna stella fissa.
368
Tutta la sfera stellata, da lontananza grande, potrebbe apparir piccola quant'vna stella.
362
Col priuare il Cielo di qualche stella, si potrebbe venire in cognizione di quello, che ella operi in noi.
361
Vna stella si chiama piccola rispetto alla grandezza dello spazio, che la circonda.
362
T
Telescopio ottimo mezo per leuar la capellatura alle stelle,
 
Tempi delle conuersioni de i Pianeti Medicei.
112
Quattro moti diuersi attribuiti alla Terra.
391
Toccarsi in vn punto non è proprio delle sfere perfette solamente, ma di tutte le figure curue.
203
Trasponendiosi il grand'aggregato de i graui, le particelle separate da esso lo seguirebbero.
240
Tre dignità si suppongono manifeste.
251
Si oppone all'Ipotesi della mobilità della Terra, presa in grazia del flusso, e reflusso.
430
Confermasi la vertigine della Terra con nuouo argomento preso dall'aria.
432
Parte vaporosa vicina alla Terra, participa de' suoi mouimenti.
433
Altra osseruazione presa dall'aria in confermazione del moto della Terra.
434
Terra.
Terra sferica per la cospirazion delle parti al suo centro.
25
Naturale del globo terrestre deue dirsi più tosto la quiete, che il moto all'ingiù.
37
Terra nobilissima per le tante mutazioni, che in lei si fanno.
50
Terra inutile, e piena di ozio, leuate le alterazioni.
50
Terra più nobile dell'oro, e delle gioie.
51
L'alterabilità non è nell'intero globo, ma nella parte della Terra.
52
Tutta la Terra vede la metà solamente della Luna, e la metà solamente della Luna vede tutta la Terra.
57
Lume della Terra reslesso nella Luna.
59
Terra impotente a reflettere i raggi del Sole.
61
La Terra più reciprocamente opera ne i corpi celesti.
89
Reflessione del lume più debole del mare, che della Terra.
91
Della Terra non posson'essere altri mouimenti, che quelli, che a noi appariscono esser comuni di tutto'l resto dell'Vniuerso, trattone la Terra.
107
Primo discorso per prouare il moto diurno esser della Terra.
109
Seconda confermazione, che'l moto diurno sia della Terra.
110
Terza confermazione per il medesimo.
111
Quarta confermazione il moto diurno esser della Terra.
112
Terra pensile, e librata in mezo fluido non par, che possa resistere al rapimento del moto diurno.
113
Le parte dell'aria inferiore alle più alte montagne segue il moto della Terra.
135
Si risolue l'argomento contro al moto della Terra, preso dal volar degli vccelli.
180
Stupidità di alcuni, che stimano la Terra essersi cominciata a muouere, quando Pittagora comincio a dir, che ella si moueua.
183
Dato che la vertigine diurna fusse della Terra, e che ella per qualche repentino ostacolo, o intoppo si fermasse, le fabbriche, e le montagne stesse, e forse tutto il globo si dissoluerebbe.
208
Vn corpo semplice, quale è la Terra, non si puo muouer di tre moti diuersi.
251
La Terra non si puo muouere d'alcuno dei moti attribuitigli dal', Copernico.
251
Quarta dignità contro al moto della Terra.
252
Si desidera sapere per mezo di quali flessure il globo terrestre si potrebbe muouer di tre moti diuersi.
254
Vn solo principio puo cagionar più moti diuersi nella Terra.
254
Mi manifesta l'error dell'oppositore, dichiarando, come i moti, annuo, e diurno della Terra, son per il medesimo verso, e non contrarij.
255
Si dubita, che l'oppositore non habbia inteso il terzo motto attribuito dal Copernico alla Terra.
256
Argomentasi dall'esser per natura tenebrosa la Terra, e lucido-il Sole, e le stelle fisse, quella esser mobile, e questi immobili.
260
Altra differenza tra la Terra, ei corpi celesti, presa dalla purità, e impurità.
261
Stoltamente vien detto la Terra esser fuor del Cielo.
262
Più ragioneuolmente si possono attribuire alla Terra due principii interni al moto retto, & al circolare, che due al moto, & alla quiete.
258
Più è da temersi la stanchezza nella sfera stellata, che nel globo terrestre.
267
Dandosi il moto annuo alla Terra, conuiene affegnarle anco', il diurnio.
324
Rimuouesi la difficultà nata dal muouersi la Terra intorno al Sole non solitaria, ma in compagnia della Luna.
333
Dimostrazione delle inegualità de i tre Pianeti superiori, dependenti dal moto annuo della Terra.
334
Il Sole stesso testifica il moto annuo esser della Terra.
337
Quando la Terra sia immobile nel centro del Zodiaco, bisogna attribuire al Sole quattro mouimenti diuersi.
346
Ponendosi il moto annuo esser della Terra, bisogna, che vna stella fissa sia maggiore dell'orbe magno.
350
Etempio accomodato per dichiarar, come l'altezza del Polo non si deue variare, mediante il moto annuo della Terra.
367
Si cerca quali mutazioni, & in quali stelle si debbano scorgere, mediante il moto annuo della Terra.
370
L'asse della Terra si mantiene sempre parallelo a se stesso, e deceriue vna superficie cilindrica, &c.
372
L'orbe della Terra già mai non s'inclina, ma immutabilmente si conserua.
372
Indizio nelle stele fisse simile a que che si vede ne i pia neti per argomento del moto annuo della Terra.
375
La Terra si accosta, e allontana dalle fisse dell'eclittica quanto è il diametro dell'orbe magno.
375
Quando nelle stelle fisse si scorgesse qualche mutazione annua, il moto della Terra non patirebbe contradizione.
380
Luogo accomodato per l'osseruazione delle fisse inquá to appartiene al moto annuo della Terra.
381
Proposizioni necessarie per ben capire le conseguenze de i moti della Terra.
383
Accidente marauiglioso, dependente dal non inclinarsi l'asse della Terra.
387
V
Vanità del discorso di quelli che giudicano la sfera stellata troppo vasta nella posizion del Copernico.
362
La Velocità maggiore cómpensa precisamente la maggior grauità.
210
Velocità diconsi eguali quando gli spazij passati son proporzionali a i tempi.
17
Venti da terra perturbano l'aria.
434
Venere grandissima verso la congiunzione vespertina, e piccolissima verso la mattutina.
321
Si conclude necessariamente Venere raggirarsi intorno al Sole.
321
Altra difficoltà mossa da Venere contro al Copernico.
326
Ragione onde auuenga che Venere, e Martenon ci appariscon variar grandezza quanto conuiene.
327
In Venere la mutazion di figura argomenta il suo moto essere intorno al Sole.
319
Altra seconda cagione del poco ricrescer di Venere.
330
Venere rende scusabile l'error degl'Astronomi nel determinar le grandezze delle stelle.
353
Venere secondo il Copernico è lucida per se stessa.
326
Apparenze di Venere si mostran discordi dal sistema Copernicano.
326
Vero, e bello son l'istesso; come anco fallo, e brutto.
126
La vertigine veloce ha facultà d'estrudere, e dissipare.
184
Posta la vertigine della Terra la palla nell'Artigl. eretta a perpendicolo non si muoue per linea perpendicolare, ma per vna inclinata.
169
Cause della disegualità delle suttrazioni, e degli additamenti della Vertigine diurna sopra'l moto annuo.
451
Vibrazioni del medesimo pendolo si fanno con la medesima frequenza, siano esse grandi, o piccole.
226
La Virtù, che conduce i proietti graui in alto non gli è men naturale, che la grauità, che gli muoue abbasso.
230
Virtù mirabile interna del globo terrestre di riguardar sempre la medesima parte del Cielo.
393
Il Fine della T auola delle cose più notabili, che si contengono in questo libro.
Registgo.
A B C D E F G H I K L M N O P Q R S T V X Y Z
Aa Bb Cc Dd Ee Ff Gg Hh Ii Kk
Tutti son duerni, eccetto, che vn foglio Ff vn foglio, e mezo.
Gg Hb Ii Kk sono vn foglio.
IN FIOREN ZA.
Per Gio: Batista Landini MDCXXXII.
Con licenza de' Superiori.